New York City, the Big Apple, la Grande Mela. È la metropoli più nota e popolosa degli States. Si sviluppa nella parte sud-est dell’omonimo stato, in un grande porto naturale affacciato all’oceano Atlantico, formato dai fiumi East e Hudson.

La città è composta dai distretti di Manhattan, Brooklyn, Queens, Bronx e Staten Island, a loro volta suddivisi in quartieri. Brooklyn e Queens si trovano sulla penisola di Long Island collegata a Manhattan da ponti.

Partiamo alla scoperta di New York City, esplorando i migliori quartieri della città… che non dorme mai.

Risparmia fino al 40% sui biglietti
con il NYC Explorer Pass

Manhattan

Manhattan è il distretto più frenetico, famoso, visitato e popolato. Qui nella city, nella “terra delle opportunità” dove tutto fa tendenza.

Ogni giorno “fiumi” di taxi gialli e linee della metropolitana spostano turisti e residenti. È il cuore pulsante di New York che non dorme mai e che, al calare della sera, quando il business chiude i battenti, comincia a mostrare gli altri suoi volti.

Uptown (area nord)

migliori quartieri di new york harlem

Harlem è una zona popolare, seppur attualmente sottoposta al fenomeno gentrificazione. È casa della comunità nera del ceto operaio, che lotta contro la trasformazione forzata del quartiere. Foto: ShoppingViaggi.com

È una zona prevalentemente residenziale ma ha tante facce, a partire dal quartiere popolare di Harlem, abitato soprattutto dalla cittadini americani dalle (ormai lontane) origini africane. Qui possiamo apprezzare la messa con canti gospel.

Di contro, l’Upper West Side è una delle aree più benestanti di New York, dove hanno abitato le famiglie Rockefeller, Kennedy e Roosvelt.

Parte della 5th Avenue nell’Upper East Side è battezzata Museum Mile per la presenza di numerosi ed importanti musei.

Nell’Uptown non mancano chiese di varie confessioni, consolati, istituzioni culturali ed educative. Poi fra Harlem e Upper West Side si trova il distretto di Morningnside Heights con aree residenziali e università.

Il Washington Bridge collega l’Uptown al New Jersey.

Da vedere:

Central Park, Guggenheim Museum, Metropolitan Museum (MET), American Museum of Natural History, St. John the Divine Church, Riverside Church, Columbia University, Lincoln Center for the Performing Arts, Columbus Circle, Riverside Park, Jazz Museum, Children’s Museum e American Folk Art Museum.

Midtown (area centrale)

flatiron building migliori quartieri new york1

Il Flatiron Building District prende il nome dal suo edificio più famoso, così denominato per la sua particolare forma. In quest’area si trovano perlopiù uffici e appartamenti residenziali. Foto: Nextvoyage | Pexels.com

È il più grande centro degli affari del mondo, una fra le zone più costose con appartamenti e case a schiera. Qui troviamo anche aree commerciali con negozi di alta fascia, alcuni dei più famosi edifici di Manhattan, il Theater District con teatri, ristoranti, luoghi d’intrattenimento, agenzie teatrali, studi di registrazione e televisivi.

Il Flatiron Building District prende il nome dall’omonimo particolare grattacielo di forma piatta e triangolare. Si segnala il quartiere etnico di Koreantown e quello residenziale di Chelsea, con gallerie d’arte e un’attiva vita notturna.

Da vedere:

5th Avenue (Empire State Building, Trump Tower, Public Library), 6th Avenue o Avenue of the Americas (Macy’s, Radio City Music Hall), Madison Avenue (MetLife Tower, Madison Square Park, St. Patrick’s Cathedral), Rockefeller Center, Flatiron Building, Chrysler Building, Museum of Modern Art (MOMA), Broadway, Time Square, Madison Square Garden, Washington Square Park, Carnegie Hall, United Nations Building, Church of St. Francis Xavier, Chelsea Market, Grand Central Terminal e Pennsylvania (Penn) Station.

Downtown (area sud)

tribeca migliori quartieri nyc1

Vista sul distretto finanziario dal quartiere di Tribeca, che ospita le residenze di molti personaggi dello spettacolo.

È la zona per eccellenza della finanza e del business, ma è ugualmente un’area governativa e culturale con negozi, gallerie d’arte, luoghi d’intrattenimento e parchi.

Vale la pena soffermarsi negli angoli caratteristici di Soho (gallerie d’arte e negozi), Greenwich Village (teatri off-off Broadway e College) e Tribeca (edifici industriali convertiti in abitazioni).

Battery Park City è un quartiere residenziale con un grandissimo “polmone verde”. Il Financial District invece ospita uffici, le sedi di alcune importanti istituzioni finanziarie e la mitica Wall Street con la Borsa, un’attrazione in se stessa.

E poi ci sono i quartieri Chinatown e Little Italy, con tutto sapore (ormai andato) delle sue origini italiane.

Dalla punta sud di Manhattan partono i traghetti per Liberty Island (Statua della Libertà) e Ellis Island (Museo dell’immigrazione).

Da vedere:

One World Trade Center (o Freedom Tower), 9/11 Tribute Museum, Battery Park, World Financial Center, Wall Street (New York Stock Exchange), Federal Reserve Bank of New York, South Street Seaport (South Street Seaport Museum), Washington Square Park, Hudson River Park, Federal Hall, Trinity Church, St.Paul’s Chapel, City Hall (municipio) Brooklyn Bridge e Manhattan Bridge.

Brooklyn

williamsburg brooklyn quartieri new york

Williamsburg è noto per essere il quartiere hipster di New York. Prevalentemente residenziale, è di tendenza (dunque costoso) e si respira un’aria più rilassata, oltre che un’atmosfera “europea”. Foto: www.shoppingviaggi.com

Negli ultimi anni il quartiere di Brooklyn è sempre più di tendenza. Un distretto dove convivono diverse etnie, in particolare nei quartieri di Windsor Terrace e Prospect Heights. Intorno al 2010 si sono stabilite nuove imprese e si sono sviluppate arte post moderna e design.

Graziose case a schiera in stile brownstone (pietra arenaria) si trovano principalmente nelle aree di Park Slope, Carroll Gardens, Brooklyn Heights, Prospect Heights e Bedford Stuyvesant. Sono presenti chiese di diverse confessioni. I ponti di Brooklyn e Manhattan collegano gli omonimi distretti.

Il quartiere di Dumbo (Down Under the Manhattan Bridge Overpass) è caratterizzato da edifici industriali e magazzini del 19° e 20° secolo.

Molte strade di Brooklyn Heights portano il nome di persone che hanno fatto la storia del quartiere. Ad esempio John Adams Street e Monroe Place, rispettivamente 2° e 5° presidente americano.

Da vedere:

Brooklyn Botanic Garden, Brooklyn Museum, Aquarium, Prospect Park, Marine Park, New York Transit Museum, Our Lady of Victory Catholic Church, Barclays Center (Brooklyn Nets – NBA e New York Islanders – NHL), Coney Island Luna Park (aprile-ottobre).

Queens

flashing meadows park queens quartieri

Il Flushing Meadows Park del Queens è il secondo parco più grande di New York City (il primo si trova nel Bronx). È stato realizzato per ospitare l’Esposizione Universale del 1939.

È il più grande, per estensione, fra i distretti. Un enorme melting pot dà vita ad una delle zone etnicamente più variegata al mondo.

Il livello economico della sua popolazione è estremamente diverso. È sede degli aeroporti JFK e La Guardia.

Da vedere:

Flushing Meadows Park, Queens Zoo, Queens Botanical Garden, Queens Museum, City Field (Mets – NBL).

Bronx

bronx migliori quartieri di new york

Dimenticate le luci di Manhattan e l’atmosfera urban-glamour di Brooklyn. Il Bronx è una delle aree più povere della città, ma offre punti di interesse turistico. Foto: Wikipedia

È il quartiere più popolare e meno abbiente di New York. Molti immigrati si sono riversati qui nel 19° e 20° secolo.

In queste strade si sono sviluppati il jazz latino, la cultura e l’arte dell’hip hop.

Da vedere:

Bronx Zoo, New York Botanical Garden, Teatri Off-Off Broadway, Yankee Stadium (Yankees – NBL e New York City – FC)

Staten Island

staten island quartieri new york

A Staten Island si respira aria di provincia americana. Si può arrivare con il traghetto gratuito e ritrovarsi in pochi minuti di fronte alle tipiche case in stile coloniale. Foto: Wikipedia

È il distretto meno popolato, collegato a Manhattan da un servizio di traghetti gratuito (Staten Island Ferry).

Parchi, foreste e zone paludose lo rendono un ambiente ricco a livello naturale. È habitat di tartarughe, procioni, opossum, falchi, aquile calve e conigli cosiddetti “dalla coda di cotone”.

Da vedere:

Staten Island Zoo, Staten Island Museum, Staten Island Botanical Garden, Meucci Home e Snug Harbor Cultural Center.