Quali carte dovremmo portare in viaggio?

I viaggi all’estero richiedono più attenzione di quanta ce ne voglia per gli spostamenti all’interno dei confini nazionali: alcune carte di pagamento potrebbero non essere accettate, ma nulla è lasciato al caso. Breve guida ai tipi di carte di pagamento da usare all’estero.

Carte di debito e Bancomat

Chi ha un conto corrente è in possesso di un bancomat. Il bancomat non è altro che una carta di debito abilitata al circuito nazionale PagoBancomat, funzionante solo in Italia.

carta credito circuiti

È per questo motivo che, oltre al logo PagoBancomat, sulla carta si trova solitamente anche il marchio Maestro o Visa Electron. Se così non fosse, questo mezzo di pagamento potrebbe essere utilizzato esclusivamente in Italia.


La presenza del logo Maestro dovrebbe tranquillizzarci, dato che si tratta di circuito di pagamento internazionale per carte di debito.

Occorre fare molta attenzione, perché nonostante le notizie ufficiali fornite dalla banca che lo emette, il bancomat potrebbe creare più di un problema all’estero.

In Europa, generalmente, la carta di debito (anche nota come bancomat) consente di prelevare presso tutti gli ATM che presentano almeno uno dei loghi riportati sulla stessa carta. La sorpresa potrebbe giungere quando si tenta di pagare tramite terminale.

Il consiglio è di non affidarsi esclusivamente a questo tipo di carta, che peraltro al di là dei confini europei funzionerà solo occasionalmente, nonostante l’appartenenza ai principali circuiti.

Carte di credito

La carta di credito – lo diciamo fin da subito – è la soluzione migliore per i viaggi all’estero.

È accettata praticamente ovunque e offre opportunità che nessuna altra carta è in grado di dare, come il noleggio auto. Anche gli hotel richiedono in genere una carta di credito come garanzia e, in mancanza, potrebbero perfino rifiutare il check-in.

Non tutti però hanno la possibilità di ottenere una carta di credito. Affinché venga concessa dalla banca o dalla società emittente bisogna avere (e dimostrare) entrate sicure, come uno stipendio o un reddito da lavoro indipendente dimostrabile.

Usando la carta di credito non togliamo istantaneamente denaro al conto corrente, perché è il circuito a pagare le nostre spese. Funziona in pratica come un prestito, che salderemo automaticamente ogni mese alla scadenza dell’estratto conto.

Ci sono alcune carte di credito particolarmente interessanti per chi viaggia. American Express, ad esempio, include un’assicurazione viaggio e una raccolta punti finalizzata ad ottenere sconti.

Assicurazione viaggio inclusa, raccolta punti e offerte speciali
Richiedi American Express

Carte prepagate

Le carte prepagate sono accessibili a tutti, economiche e soprattutto funzionano all’estero, anche per i viaggi intercontinentali.

Pur essendo sostanzialmente carte di debito ricaricabili, le prepagate si servono (almeno in alcuni casi) degli stessi circuiti delle carte di credito, vale a dire Visa e MasterCard.

Nella scelta di una carta prepagata assicuriamoci che sia esposto uno di questi loghi, facendo attenzione a distinguere Visa da Visa Electron (quest’ultimo potrebbe non funzionare oltre i confini dell’Unione Europea, mentre Visa funziona ovunque).

Una carta prepagata efficiente ed economica è Hype di Banca Sella, che può essere richiesta gratuitamente online.

A seconda delle esigenze si può scegliere il piano base completamente gratuito oppure il piano con canone mensile.

È accettata anche per la prenotazione online degli hotel e di altre strutture che chiedono la preautorizzazione.

La prepagata Hype fa parte del circuito MasterCard ed è accettata in tutto il mondo quando usata con la modalità carta di credito (cioè si deve selezionare tale opzione sul POS).

Anche la PostePay è accettata in tutto il mondo, si consiglia però di dare un’occhiata agli orari in cui il servizio potrebbe non essere garantito, ossia durante l’orario notturno italiano.