La capitale bulgara è la sintesi perfetta tra il passato e il presente del paese. Breve guida ai migliori quartieri di Sofia da visitare.

Oltre ad essere la sua capitale, Sofia è la più grande città della Bulgaria.

È formata da ventidue unità, ognuna delle quali divisa a sua volta in diversi quartieri, ma non tutte le aree sono degne dell’attenzione dei viaggiatori.


Per questo motivo proponiamo qui di seguito una selezione dei migliori quartieri di Sofia, imperdibili per chi vuole cogliere l’essenza della capitale.

Ivan Vazov

È un quartiere esclusivo ma molto frequentato, perché è qui che si trova il famoso Vitoša Boulevard – per intenderci, gli Champs Élysées della Bulgaria.

Al termine della lunga passeggiata tra negozi e ristoranti si incontra lo Yuzhen Park, dove ciclisti e amanti dello sport si riversano per svolgere le rispettive attività negli ampi spazi che questo parco riserva.

Questo quartiere centrale offre qualsiasi tipo di svago e di servizio a cittadini e turisti, tuttavia è tra le zone più caotiche della capitale.

Boyana

Il quartiere di Boyana (o Bojana) è situato nella periferia della città bulgara, ai piedi del massiccio montuoso Vitoša.

In quest’area si trovano alcune dei principali luoghi di interesse culturale, come il Museo Nazionale della Storia e la Chiesa medievale di Bojana, annoverata nel patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Oltre alla cultura e alla religione, a Bojana passa anche la storia politica della nazione. Qui si trova l’ex Palazzo del Partito Comunista della Bulgaria, che dal 1946 fino al 1990 ha guidato le sorti del paese.

L’edificio viene tuttora utilizzato dal Governo per ospitare i più importanti rappresentanti di stati esteri.

Lozenets

Lozenets è il quartiere più caro di Sofia, fatto perlopiù di residenze dedicate alle classi sociali benestanti. Oggi è un’area tranquilla, per famiglie ma anche per turisti che cercano un alloggio comodo e lontano dal caos del centro.

Hotel e residence continuano a spuntare come funghi. Camminando per le sue strade alberate e costeggiate da parchi si incontrano numerosi cantieri volti alla costruzione di strutture ricettive.

Nella zona più alta del quartiere è possibile osservare l’intera città dalla vetta dei ricchi edifici che la contraddistinguono.

Se avete intenzione di noleggiare un’auto e soggiornare in questo quartiere, sappiate che trovare un parcheggio è praticamente impossibile.

Mladost

Il termine Mladost si traduce letteralmente con “gioventù” e, senza sorprese, è popolato prevalentemente da studenti e giovani famiglie per la sua accessibilità dal punto di vista economico e della circolazione stradale.

È servito da diverse fermate della metropolitana e dunque ci si sposta agevolmente per recarsi al lavoro e all’università evitando il traffico delle auto che ogni giorno crea ingorghi dai quali è difficile districarsi.

Da alcuni anni è in corso una notevole trasformazione che mira a valorizzare i vecchi edifici attraverso ristrutturazioni e nuove costruzioni dallo stile moderno.

Mladost ospita inoltre il quartiere degli affari della capitale bulgara, dove quotidianamente si recano al lavoro migliaia di persone.

Dragalevtsi e Simeonovo

Dragalevtsi e Simeonovo erano villaggi rurali situati ai piedi del massiccio Vitoša, intorno al quale ancora oggi resiste, anzi fiorisce la vita della capitale bulgara.

In seguito allo sviluppo economico della città questi due paesini si sono uniti ad essa per diventare la sua periferia. Entrambi i quartieri sono serviti da ascensori che trasportano nelle zone più alte della montagna sovrastante.

Nonostante oggi siano parte della capitale, sia Dragalevtsi che Simeonovo hanno conservato la tranquillità che caratterizza i tipici paesini bulgari. Da qui si può godere di una splendida vista su Sofia.

Se visitiamo la città durante i mesi invernali potremmo avere problemi a raggiungere i due quartieri a causa delle intense nevicate.

Studentski Grad

Come si intuisce dal suo nome, Studentski Grad è un quartiere ad alto tasso giovanile.

La presenza prevalente di ragazzi rende questa zona particolarmente affollata e spesso chiassosa, ma decisamente attraente per chi si reca nella capitale in cerca di divertimento.

Qui sono situati gran parte dei dormitori per studenti universitari che danno al quartiere un’atmosfera festosa (a volte fin troppo) e gioviale.