Seguire alcune semplici regole è fondamentale quando si è in viaggio, soprattutto se in un paese estero.

Se sei un viaggiatore alle prime armi, ti consigliamo di leggere i seguenti consigli per evitare gli errori più comuni. Il principio alla base, come per tutte le altre cose nella vita, è “meglio prevenire che curare”.

1. Non eccedere con i bagagli

Quando prepariamo la valigia capita spesso di interrogarci sull’utilità di vestiti in più che potrebbero tornare utili. Nel momento in cui ti poni il dubbio su un determinato indumento, allora dovresti già sapere che forse non ne vale la pena.

La regola n.1 è lasciare il superfluo a casa.

Staremo fuori un periodo limitato di tempo: al ritorno avremo tutto il tempo per le abitudini quotidiane e i comfort a cui siamo abituati.

Questo ragionamento va esteso anche a cosmetici e prodotti vari che vorremmo infilare nel bagaglio in modo indiscriminato. Gli hotel mettono sempre a disposizione asciugamani e prodotti come sapone, shampoo e talvolta spazzolino e perfino lametta da barba.

Se nella descrizione della stanza compare espressamente il cosiddetto kit di benvenuto, abbiamo la possibilità di non caricare inutilmente la nostra.

Gli hotel che offrono la pulizia quotidiana della stanza non mancheranno di sostituire i prodotti omaggio quando li avremo terminati.

Sei alla ricerca di un hotel?
Dai un’occhiata su eDreams

Per i cosmetici di cui non possiamo fare a meno, ricordate che in aeroporto non potranno passare flaconi che superano 100 ml di volume, con un limite di 10 contenitori.

Il consiglio è di acquistare appositi flaconcini da viaggio (nel riquadro sottostante i più popolari su Amazon) e riempirli con il prodotto preferito. In tal modo si evita di pagare a caro prezzo per una mini-confezione di un cosmetico che magari non amiamo particolarmente.

Un’altra possibilità – soprattutto se il viaggio dura più di una settimana – è quella di acquistare tutto il necessario direttamente a destinazione, in un supermercato.

20%
(* = link affiliato / fonte immagine: Programma Affiliazione di Amazon)

2. Copie dei documenti

Spesso ci si chiede se è realmente necessario portare con sé delle copie dei documenti di identità.

No, non è una regola ma: 1. non costa nulla; 2. potrebbero tornare utili in caso di emergenza.

Il classico esempio è la perdita o il furto di bagagli, borse o zaini.

Nessuno si augura di incorrere in una circostanza simile ma, se mai dovesse capitare, avremo quantomeno delle informazioni sulla nostra identità da mostrare alla polizia.

Potendo comunicare il numero del passaporto o della carta d’identità sarà tutto più facile.

Chi vuole andare sul sicuro, poi, non dimenticherà conservare una foto dei documenti anche sul proprio smartphone.

3. Acquistare un’assicurazione di viaggio

Solitamente quando si è in viaggio fila tutto liscio e non si va incontro a nessun danno o incidente… ma se dovesse accadere qualcosa?

Purtroppo non siamo indistruttibili e anche una stupida caduta rischia di metterci in difficoltà. È importante sapere che, soprattutto fuori Europa, ottenere assistenza medica potrebbe rivelarsi piuttosto complicato per ragioni burocratiche e di lingua, oltre che estremamente dispendioso.

Bastano alcune decine di euro per acquistare un’assicurazione, ma il suo valore è inestimabile. Naturalmente si spera di non doverla mai usare, ma se dovesse servire… è un salva-vita.

Le assicurazioni sanitarie da viaggio includono la copertura delle spese mediche ma anche l’intervento di un traduttore. Se abbiamo qualsiasi tipo di difficoltà medica mentre siamo all’estero, possiamo chiamare il numero messo a disposizione per una consulenza telefonica ed un eventuale intervento materiale.

Si può richiedere un preventivo senza impegno con Allianz Global Assistance.

4. Non esporre gli oggetti di valore

In viaggio portiamo quasi sempre strumenti utili quanto costosi, come lo smartphone e la fotocamera.

Non potendone fare a meno, il consiglio è di stare sempre attenti, specialmente nelle zone meno sicure della città.

Gioielli, orologi importanti e altri oggetti di valore ma senza un’utilità concreta dovrebbero invece restare a casa (non in albergo).

5. Conserva documenti e portafogli in posti diversi

Come abbiamo accennato in precedenza, l’attenzione non elimina del tutto il rischio smarrire bagagli, zaini e borse.

Per questo motivo è meglio distribuire in diversi posti documenti, soldi e biglietti, così da poter quantomeno alleviare una situazione critica.

Ad esempio, se abbiamo diverse carte di pagamento, teniamone una nel portafogli e l’altra lasciamola in albergo nella cassetta di sicurezza, oppure inseriamola all’interno di una cintura da viaggio. Lo stesso principio vale per i documenti di identità e il denaro contante.

Se conserviamo tutto in un unico posto, in caso di furto o smarrimento ci ritroveremo invece senza soldi e senza documenti.

6. Informati sui luoghi che visiterai

Esplorazione e avventura sono attività che aggiungono un po’ di pepe alle vacanze, ma questo non vuol dire che dobbiamo essere totalmente sprovveduti ignorando le informazioni basilari per un buon soggiorno.

Lo studio deve concentrarsi su pochi elementi fondamentali come le attrazioni da visitare, le aree da evitare ed i consigli di viaggio lasciati dagli altri viaggiatori.

È inoltre molto importante informarsi sui prezzi in zona così da non rischiare di spendere troppo.

7. Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio

L’entusiasmo della viaggio a volte ci espone ai rischi e agli errori più comuni.

Soprattutto nella veste di turisti, siamo più esposti degli abitanti di un luogo a truffe e raggiri di ogni genere. Evitiamo di credere alle persone che ci fermano in strada per consigliarci dove cambiare i contanti o che ci spingono nel “miglior ristorante della città”.

Non prendere per buoni i consigli non richiesti.

La regola fondamentale è la seguente: se qualcuno ci ferma per strada con il solo scopo di darci un consiglio (non richiesto di nostra iniziativa) è senza ombra di dubbio un tentativo di truffa – o semplicemente un cattivo consiglio. Senza se e senza ma.