Conoscere (ed evitare) gli errori più comuni quando si prenota un volo per la prima volta può salvare dallo stress del primo viaggio in aereo.

Abbiamo i soldi per un viaggio ed una connessione internet: in pratica tutto l’occorrente per prenotare un volo con facilità. Poi incappiamo in sigle aeroportuali, orari, sovrapprezzi, trasferimenti, bagagli a mano e bagagli da stiva, limiti di peso e di misure, priorità, overbooking.

Questi elementi possono turbare la quiete del viaggiatore in erba. Di seguito un elenco degli errori da non commettere quando si prenota un volo per la prima volta.


1. Ignorare i codici aeroportuali

I codici aeroportuali IATA (International Air Transport Association) sono composti da tre lettere e servono a distinguere un aeroporto dall’altro. Ogni singolo aeroporto ha il suo codice IATA esclusivo.

Sebbene possa apparire come un mero dettaglio tecnico, il viaggiatore potrà coglierne l’importanza nel momento in cui prenota un volo.

Cercando un volo da Roma a Parigi, ad esempio, il sito scelto per la prenotazione del biglietto ci indicherà le sigle FCO (Fiumicino) o CIA (Ciampino) per la partenza; ORY (Orly), CDG (Roissy) o BVA (Beauvais) per l’arrivo.

Prendiamo sempre come punto di rifermento le sigle, uniche per ogni aeroporto. Perché è importante? È importante perché nel mondo esistono città con gli stessi nomi e talvolta aeroporti con denominazioni uguali o simili.

Non bisogna essere “tonti” per commettere un errore irreparabile, basta una semplice distrazione. Il codice è il modo più sicuro per non sbagliare.

2. Prenotare scali e tratte complicate

Se stai leggendo questo articolo è molto probabile che tu non abbia ancora esperienza in quanto a viaggi in aereo. Nulla di complicato, a meno che non siamo noi stessi a rendere tutto più complesso.

Quando si prenota un volo per la prima volta è bene scegliere una tratta diretta, che non prevede scali né troppe ore di volo.

Non sappiamo come reagiremo al primo viaggio in aereo, e l’entusiasmo di imbarcarsi potrebbe essere così forte da nascondere l’ansia e la paura. Questo è il primo motivo per cui si consiglia vivamente di scegliere un viaggio non troppo lungo in occasione della prima esperienza in volo.

L’ansia va a braccetto anche con le tratte che prevedono scali. Quanto tempo intercorre tra l’atterraggio del primo aereo e la coincidenza che dovremo prendere?

Se breve andremo in tilt per la paura di perdere l’aereo; se troppo lungo rischiamo di impazzire nell’attesa. Affidiamoci ad volo diretto per fare esperienza, dopo la quale saremo pronti a qualsiasi avventura negli aeroporti di tutto il mondo.

3. Non eliminare i cookie

I cookie sono file che si annidano automaticamente nel nostro computer e registrano informazioni sulle attività svolte in rete.

Se abbiamo cercato più di una volta dei biglietti aerei per una stessa destinazione, il sito web saprà che quella meta è particolarmente desiderata.

I prezzi dei biglietti aerei non sono gli stessi per chiunque. Il costo del volo viene calcolato in base a diversi fattori, tra cui la posizione geografica e il comportamento di ricerca dell’utente.

Motori di ricerca e compagnie aeree speculano sui desideri dei viaggiatori.

Eliminando questi file dal proprio computer, i siti web non potranno rilevare le nostre ricerche precedenti. In questo modo le possibilità di trovare un’offerta migliore aumentano.

I cookie possono essere eliminati attraverso il browser che usiamo per navigare, nelle impostazioni sulla privacy.

4. Prenotare solo il volo

Ormai molti motori di ricerca dedicati ai viaggi in aereo, nonché le stesse compagnie aeree, offrono ben più del semplice biglietto.

Tra i servizi extra generalmente disponibili compaiono: prenotazione albergo, prenotazione auto a noleggio, trasferimento da e per l’aeroporto.

Non dimentichiamo mai di consultare anche le offerte relative a questi servizi sul sito che usiamo per prenotare il volo. Gli accordi tra compagnie e fornitori di servizi permettono talvolta di risparmiare denaro acquistando un pacchetto completo o più di un servizio.

5. Affidarsi ad un solo sito web

Quando si prenota un volo per la prima volta, spesso si commette l’errore di andare direttamente sul sito web della compagnia aerea oppure di cercare attraverso un solo motore di ricerca.

Come per le assicurazioni auto, anche per l’acquisto di biglietti aerei ogni motore di ricerca assicura di avere l’offerta migliore. Se ogni servizio è il migliore… qualcosa non torna.

Ricerchiamo su tutti migliori siti web, tra cui Skyscanner e Kayak. Noteremo immediatamente che le tariffe proposte sono diverse.

Ciò non vuol dire che uno sia migliore dell’altro, ma semplicemente che in quel dato momento un servizio è più conveniente dell’altro, mentre il giorno o addirittura l’ora successiva la situazione potrebbe cambiare.

6. Non calcolare il prezzo (reale) complessivo

I motori di ricerca dedicati ai voli confrontano in tempo reale i prezzi dei biglietti offerti dalle compagnie aeree. In questo modo l’utente avrà accesso facilitato alla proposta più conveniente. A quali condizioni? Questa è la domanda da porsi ancor prima di prenotare il biglietto.

Alcune compagnie low cost, ad esempio, permettono di portare con sé solo una borsa o uno zaino (bagaglio a mano piccolo), mentre per aggiungere un bagaglio a mano più capiente – solitamente di dimensioni 55x40x20 – sarà necessario acquistare un’opzione extra.

Le stesse compagnie low cost non assicurano che il proprio bagaglio possa salire in cabina. Se il numero di bagagli a bordo risulta eccedente, alcuni passeggeri saranno selezionati casualmente e il loro bagaglio sarà trasportato in stiva. Ciò vuol dire che, una volta atterrati, si dovrà attendere il passaggio della valigia sul nastro: un’attesa che può diventare snervante e che in molti preferiscono evitare acquistando la priorità.

Quando si prenota un volo per la prima volta è necessario consultare prima di tutto le norme sul bagaglio a mano e assicurarsi che sia previsto gratuitamente.

7. Prenotare un biglietto andata e ritorno

Dobbiamo pur sempre tornare a casa, no? Eppure prenotare un volo andata e ritorno non è la migliore delle opzioni. Magari per il primo viaggio in aereo mettiamo da parte questo consiglio, ma per le esperienze successive non dimentichiamo la tattica delle prenotazioni separate.

Vale lo stesso discorso utilizzato anche per i cookie. I siti web sfruttano i desideri e le necessità dei viaggiatori per proporre prezzi complessivi in apparenza convenienti.

Quando si effettua una ricerca, bisogna sempre concedersi più opzioni: ricerca per volo andata e ritorno; ricerca per biglietto di sola andata e quindi biglietto di “ritorno”, che in realtà sarà un altro biglietto di sola andata in partenza dalla nostra città di destinazione.

Questo è un trucco che con il tempo si impara da soli, quando si inizierà ad avere familiarità con il “modo di pensare” dei sistemi informatici delle compagnie aeree e dei motori di ricerca.

8. Non calcolare il tempo per le coincidenze

Se la coincidenza tra voli riguarda la stessa compagnia aerea, quest’ultima sarà organizzata in modo da rendere il cambio tra un aereo e l’altro più scorrevole possibile. Quando non è questo il caso, bisogna fare molta attenzione ai tempi che intercorrono tra l’atterraggio e la partenza dell’altro volo (o meglio, l’apertura del gate).

Consultiamo sempre le regole degli aeroporti rispetto agli orari di apertura del gate, variabili da scalo a scalo.

Dopo aver calcolato i tempi previsti “su carta”, per essere ancor più cauti consideriamo anche gli eventuali ritardi (è abbastanza comune che un volo si prenda qualche “minuto” in più prima di partire).

9. Risparmiare sempre e comunque

Anche questo aspetto si imparerà a valorizzare con il tempo e l’esperienza. Un giorno arriveremo al punto di dirci: «Al diavolo il volo a 5 euro, voglio rilassarmi!»

Risparmiare fa bene, ci consente di viaggiare di più oppure di avere maggiore disponibilità durante la permanenza nel luogo di destinazione. Detto questo, dopo una decina di voli con compagnie low cost è inevitabile desiderare qualcosa di più.

Soprattutto quando le ore di volo si allungano, ci renderemo conto che il gioco non vale la candela.

Partire nelle prime ore del mattino ma avere un posto comodo, fare colazione, riposare e rilassarsi nel comfort offerto dalla compagnia aerea può fare la differenza. Si arriva a destinazione meno stressati, meno indolenziti e senza sentire i morsi della fame (oppure senza aver speso una fortuna per una pessima colazione).