Cosa mangiare a Tallinn, capitale dell’Estonia

L’Estonia è un Paese affascinante, sottoposto negli ultimi anni ad un esponeziale aumento del turismo internazionale in entrata.

Tallinn, la capitale, è una città tranquilla che regala un’atmosfera di equilibrio e serenità.


Una passeggiata rigenerante attraverso i suoi tetti rossi e le strade dell’antico borgo medioevale che ospitano locali e ristoranti in cui gustare l’antica arte culinaria di questa terra.

Di seguito un elenco dei piatti tipici da gustare a Tallinn.

Mulgikapsad

Il mulgikapsad è uno dei piatti che si possono trovare un po’ ovunque a Tallinn, essendo tra i più popolari della cultura estone.

È una sorta di stufato a base di carne di maiale, crauti e patate.

Un piatto ricco e sostanzioso caratterizzato dal sapore prorompente dei crauti addolcito dalle patate e dal maiale che lascia al palato una nota quasi agricola.

Sult

Restando in tema maiale, il sult può essere considerato tra i più famosi degli stufati estoni.

Viene preparato secondo un’antichissima ricetta che prevede la realizzazione di una gelatina di accompagnamento costituita da ossa e testa del maiale.

La gelatina potrebbe conferire un aspetto poco invitante a questo piatto di carne, eppure è proprio lei a garantire il classico sapore associato a questo piatto.

Per intenderci, non è la carne in gelatina che troviamo al supermercato! Non si può partire da Tallinn senza averlo assaggiato.

Rossolye

Parliamo ora di aringhe. Il rossolye è un piatto della tradizione particolarmente adatto a chi ama i sapori forti e decisi.

Si tratta di un’insalata di aringhe e barbabietole in agrodolce. In Estonia bisogna abituarsi a queste particolari note di sapore, comuni tra i piatti della cucina estone.

Questo piatto viene servito spesso come antipasto e si trova praticamente in tutti i ristoranti di cucina locale.

Keel Hernestega

Un piatto perfetto per i viaggiatori che non hanno paura di conoscere nuove consistenze e nuovi sapori.

Parliamo di lingua di bue accompagnata da rafano o altre verdure, ed è parte della cucina tipica estone.

Spesso servita nei caratteristici tegamini in coccio, il keel hernestega è uno di quei sapori che difficilmente si dimenticano.

Marineeritud Angerjas

Note forti e decisi anche per questo piatto della tradizione gastronomica di Tallin e dell’Estonia: le anguille marinate.

L’anguilla ha un sapore denso e forte non gradito da tutti, ma in questo caso la marinatura lo sgrassa parecchio permettendo di conservare in bocca una nota fresca accentuata dalle salsine che accompagnano il piatto rendendolo così particolare.

Si trovano ottime anguille marinate perfino nei supermercati, vendute in barattolo. Nei ristoranti ogni chef potrebbe avere una propria versione di questa pietanza.

Leib

Il leib è il pane tipico estone preparato interamente con farina di segale e caratterizzato da un gusto particolare e persistente.

Un souvenir da portare a casa ma soprattutto la base per poter assaggiare la varietà di salsine che si preparano in Estonia.

Kilud

Lo spratto è un pesce tipico del Mar Baltico che non può mancare nelle cucine estoni. La tradizione gastronomia di questo paese lo preferisce marinato in pepe nero, chiodi di garofano, noce moscata, semi di coriandolo, foglie di alloro, sale e zucchero.

Risultato di questa particolare ma tipica marinatura è il vürtsikilud, ossia spratto speziato estone. Comunemente viene servito sotto forma di tartina, posato su fette di pane estone (leib) con una fetta di uovo sodo e qualche verdurina sminuzzata.

Si tratta di uno dei piatti più popolari della cucina estone e per questo è irrinunciabile.

Kissel

Il must delle colazioni estoni è un dolce da bere preparato con succo di zucchero e frutti di bosco. Il succo di zucchero può essere sostituito dal latte ma la bontà resta invariata.

Kringel

Restiamo sui dolci e raccontiamo di una sofficissima treccia lievitata a base di pasta brioche farcita con burro, cannella e zucchero di canna.

Tipica dei periodi di festa, ormai la si può trovare sempre e in tutte le pasticcerie e i panifici. Da assaggiare almano una volta (e poi un’altra, e un’altra ancora).

Vastlakukkel

Nei paesi del nord il vastlakukkel è un dolce molto popolare, anche se potrebbe avere nomi diversi a seconda del luogo. In Svezia è noto ad come semla, in Finlandia come laskiaispulla.

Si tratta di un soffice panino dolce farcito con una generosa quantità di panna montata.

In origine veniva preparato in occasione delle feste natalizia, ma con il tempo ha perso questa sua “esclusività” presentandosi nelle pasticcerie, nei cafè e nelle case estoni in qualsiasi periodo dell’anno.