Risparmiare su un viaggio a New York è possibile, ma bisogna farlo (soprattutto) prima della partenza.

Se è vero che New York è una città costosa, è altrettanto vero qualche piccola attenzione in più quando si prenota e pianifica il viaggio può far risparmiare diverse centaia di euro.

Stai organizzando un viaggio a New York (o magari sogni di organizzarlo) ma non puoi proprio permetterti di spendere un intero stipendio per l’alloggio? Ebbene sì, ci sono soluzioni adatte alle tue (nostre) esigenze.

(* = link affiliato / fonte immagine: Programma Affiliazione di Amazon)

Alloggio

Per quanto belli possano essere i ponti che collegano i vari boroughs della Grande Mela, di certo non possiamo dormirci sotto.

Spendere poco è possibile perfino a New York, anzi, con un po’ di pazienza riusciremo a trovare una accomodation perfino più economica rispetto a quelle offerte dalle più note capitali europee.

Se l’obiettivo numero 1 è risparmiare, prima di tutto dimentichiamo Manhattan. L’alloggio deve essere cercato altrove. Per quanto riguarda la longilinea isola di NYC, la raggiungermo in mezz’ora circa grazie alla efficiente rete metropolitana.

Manhattan vista da Brooklyn

Foto di thomasbrodowski|Pixabay

In realtà non è neanche necessario allontanarsi troppo, perché con un pò di fortuna riusciremo ad aggiundicarci un appartamento in miniatura ma ben attrezzato in quel di Brooklyn. Attenzione però al quartiere scelto, che potrebbe costare quanto un hotel a Manhattan.

I quartieri più economici sono sicuramente quelli residenziali abitati perlopiù dalla comunità afroamericana, come Bed-Stuy e Bushwick. Spesso i proprietari di townhouse convertono il proprio basement in mini-appartamento per metterlo a disposizione dei turisti.

Con 600-700 euro si riesce a trovare un alloggio per circa 10 giorni. Si consiglia di tenere d’occhio AirBnb.

Trasporto

Senza ombra di dubbio il modo più economico per muoversi a New York è la metropolitana.

Se restiamo in città per una settimana o poco più, optiamo per l’abbonamento settimanale (circa 32 dollari) aggiungendo nei rimanenti giorni dei biglietti giornalieri. Se restiamo 15 giorni conviene invece – alla sua scadenza – rinnovare l’abbonamento settimanale.

Nulla di complesso. Basta scendere nella stazione della metro e fermarsi al distributore automatico, dove si paga con carta. Alle biglietterie (lì dove presenti) si può invece pagare in contanti.

nyc metropolitana next stop is

Foto di igorovsyannykov|Pixabay

Per quanto riguarda il trasferimento dall’aeroporto, il metodo in assoluto più economico è l’AirTrain, la cui fermata può essere raggiunta seguendo le indicazioni all’interno dello stesso aeroporto. Costa circa 8 dollari a persona, dopodiché occorre scendere dal treno, acquistare i biglietti per la metropolitana per proseguire.

Taxi e Uber sono costosi, ma quest’ultima applicazione concede uno sconto di 20 euro per il primo utilizzo negli Stati Uniti. Sfruttando questa occasione è possibile trasferirsi in comodità per circa 20-30 dollari. Forse è l’opzione più consigliata dopo un lungo viaggio in aereo, dato che ci consente di arrivare direttamente fuori casa.

Puoi scaricare Uber su iPhone e Android.

Cibo

Se sappiamo accontentarci, il cibo è uno degli aspetti di cui preoccuparsi di meno dal punto di vista economico. Mangeremo male, ma rientreremo nel nostro budget.

Pizza, hot dog, bagel e quant’altro possono essere acquistati a qualche dollaro per strada e nei ristoranti fast food. Non è esattamente un regime alimentare sano ma, del resto, sta a noi decidere come bilanciare risparmio e dieta per un periodo limitato di tempo.

Hot dog

Foto di Telecouse|Pixabay

Mangiare bene a New York costa ma, avendo un appartamento a disposizione, magari consumiamo qualcosa di veloce a pranzo, mentre ci troviamo per strada, e di sera diamo un’occhiata alle offerte del supermercato vicino casa per preparare la cena.

I ristoranti costano, ma risparmiando di qua e di là riusciremo perfino a farci passare qualche capriccio.

Biglietti per le attrazioni turistiche

C’è più di un motivo per prenotare in anticipo le visite alle attrazioni turistiche di New York City: la folla e il prezzo.

Salire sul tetto di un grattacielo ed entrare in museo dalla fama internazionale può richiedere alcune ore di attesa. Prenotando online si riducono i tempi di attesa e si risparmia sul costo del biglietto.

Empire State Building

Foto di ahundt|Pixabay

Se dunque abbiamo intenzione di visitare più punti di interesse, non commettiamo l’errore di acquistare i biglietti per le singole attrazioni.

L’acquisto di un pass turistico fa risparmiare fino al 40%, con la possibilità di scegliere da 2 fino a 10 accessi inclusi. Il NYC Explorer Pass è tra i migliori: affidabile, con diverse opzioni di prezzo e 85 attrazioni newyorchesi tra cui scegliere liberamente.

Un altro aspetto positivo di questo pass è la possibilità di scegliere giorno per giorno cosa vuoi visitare.

Evitare i costi inutili

Prelievi e pagamenti con carta a New York implicano la conversione tra euro e dollaro. In pratica, quando paghiamo o preleviamo negli Stati Uniti (e in tutti gli altri paesi che non hanno l’euro) la banca sottrae una “sua” quota sull’operazione ad ogni singolo movimento.

A fine viaggio avremmo “bruciato” decine di euro in commissioni. Per evitare i costi inutili si può fare affidamento a Revolut, una delle poche carte prepagate a non avere nessuna commissione.