Qualche precauzione è sufficiente ad evitare i furti in ostello

Gli ostelli sono un ottimo modo per iniziare a viaggiare quando si è molto giovani e con pochi soldi in tasca. Il risparmio rispetto ad alberghi e appartamenti è notevole, ma le condizioni di soggiorno cambiano nettamente.

In questo articolo vediamo quali precauzioni prendere per evitare i furti in ostello.

Pernottare in ostello: Pro e Contro

Gli ostelli sono la soluzione più economica per viaggiare, eppure questo non è l’unico aspetto positivo dell’esperienza. Gli aspetti negativi sono altrettanto importanti: sta al viaggiatore valutare se i primi compensano i secondi.


  • Risparmio – Quello economico è il primo dei vantaggi. Gli ostelli consentono a chiunque di iniziare la propria esperienza di viaggio senza dilapidare tutti i propri averi. Non a caso si tratta di soluzioni scelte soprattutto dai ragazzi che hanno appena finito la scuola e iniziato l’università: in poche parole, sono ideali per chi non ha un lavoro stabile e deve affidarsi ai piccoli risparmi personali.

  • Incontri – Le camere in ostello consistono in 5-10 posti letto, da condividere rigorosamente con chiunque prenoti. Ora, a meno che un gruppo di amici non occupi l’intera stanza, ci ritroveremo con compagni estranei… e ciò non rappresenta automaticamente un lato negativo. Incontrare ragazzi stranieri della propria età è un ottimo modo per fare incontri e conoscenze, per arricchire l’elenco di contatti e, perché no, aprire la strada a nuovi viaggi e possibilità. Avere amici nel resto del mondo può tornare utile in più di una occasione.

  • Privacy – Come si può immaginare, la privacy viene meno. La parola d’ordine è condivisione. Non c’è luogo dove si abbia la speranza passare un momento in totale solitudine. Se sei una persona riservata, l’ostello non fa per te.

  • Bagno condiviso – La condivisione riguarda anche la toilette. Certo, quando è il nostro turno si chiuderà la porta ma, sia chiaro, useremo un bagno usato da decine e decine di altre persone in un arco ristretto di tempo. È importante usare le ciabatte per la doccia nonché munirsi di salviettine igienizzanti per ridurre i relativi rischi.

  • Furti – Il rischio dei furti è un fattore da considerare. Non è detto che tra i presenti ci sia sempre un malintenzionato… ma non possiamo neanche il contrario. Alcuni piccoli accorgimenti – che stiamo per elencare – scongiurano il rischio di furti.

Consigli per evitare i furti in ostello

Non dobbiamo sottovalutare questo rischio, tuttavia alcune attenzioni riescono a prevenire qualsiasi evento spiacevole nonché a togliersi di dosso assillanti preoccupazioni. Di seguito elenchiamo i consigli per pianificare un pernottamento in ostello.

Le recensioni sono importanti

Gli ostelli non sono tutti uguali. Alcune strutture sono ben attrezzate e curate, ed è proprio in queste che il tasso di furti diminuisce visibilmente.

Prima di prenotare è necessario leggere le recensioni relative alla struttura.

Un consiglio? Oltre alle opinioni positive, usiamo i filtri per dare un’occhiata alle segnalazioni negative. Se uno stesso aspetto sfavorevole viene ripetuto più e più volte da decine di utenti, allora non possiamo ignorare la segnalazione.

Perché una recensione sia attendibile deve raccogliere i pareri di centinaia di persone.

Usare gli armadietti

Il principale degli errori è non servirsi degli armadietti messi a disposizione dalla struttura. Chi alloggia per diversi giorni nello stesso ostello non può permettersi di lasciare in giro i propri averi durante la giornata.

Negli armadietti si consiglia vivamente di infilare il bagaglio con tutti i nostri indumenti ed eventuali oggetti di valore che sarebbe complicato portare con noi per tutto il giorno. Ciò detto, se una cosa non è strattamente necessaria è meglio lasciarla a casa.

Da non sottovalutare l’uso di un lucchetto personale. Gli armadietti degli ostelli sono dotati di chiusure proprie… che ladri e malintenzionati “professionisti” sanno bene come aprire. Per chiudere l’armadietto è meglio portare con sé un buon lucchetto acquistato prima di partire.

Proteggere lo zaino

Lo zaino è il migliore amico del backpacker e di chiunque decida di alloggiare in ostello: è una valigia trasportabile comodamente sulle spalle durante l’intera giornata. Di notte, invece, dobbiamo trovare un modo sicuro per proteggerlo mentre dormiamo.

Innanzitutto, se la struttura non ha armadietti disponibili o adeguati, la cosa migliore da fare è posizionarlo vicino al letto.

Per rendere difficile la vita ai malintenzionati, un buon lucchetto torna utile anche in questo caso. Al momento dell’acquisto, assicuriamoci che si tratti di un cosiddetto zaino antifurto. Questi prodotti sono dotati di doppie linguette da chiudere con un lucchetto oppure di chiusure proprie con codice o chiave.

La federa del cuscino come tasca

Può sembrare un consiglio stupido ma è in realtà una delle principali “regole” per i viaggiatori che alloggiano in ostello.

Di sera è praticamente impossibile mettersi a letto senza cellulare: è un’abitudine domestica che difficilmente non ci porteremo dietro in viaggio. Gli smartphone di oggi possono avere un certo valore e per questo sono oggetto di attenzione da parte dei malintenzionati.

Un modo semplice quanto sicuro per evitare il furto del telefono e riporlo all’interno della federa, sul fondo. Poggiata la testa sul cuscino potremo abbandonarci al sonno senza alcuna preoccupazione.

Non ostentare oggetti di valore

Il fatto che si scelga l’ostello soprattutto per risparmiare non vuol dire automaticamente che non siamo in possesso di oggetti di valore, ad esempio smartphone, orologi, bracciali e così via.

Innazittutto si raccomanda di non portare con sé gli oggetti che non servono nella quotidianità. Se non hanno uno scopo pratico, lasciamo a casa. Ad esempio, possiamo tranquillamente sopravvivere senza bracciali, collane e orecchini. Soprattutto se sono di valore, portarli in ostello è la scelta più stupida che si possa fare.

Non possiamo fare a meno del telefono, questo è certo, e non possiamo neanche privarci del suo uso in presenza di altre persone. Il consiglio è semplicemente quello di non vantarsi o parlarne con entusiamo in presenza di estranei: tutto qui!

Ostello o non ostello?

Quello del viaggio in ostello è un’esperienza molto particolare che non potrà ripetersi per molti anni. La mancanza di privacy e la condivisione totale degli spazi è qualcosa che solo i giovanissimi possono tollerare o perfino amare.

Le esigenze cambiano rapidamente negli anni, per cui se si ha un tale desiderio, meglio esaudirlo senza pensarci troppo.

I consigli presenti in questa pagina non devono assolutamente allarmare. Del resto prendiamo precauzioni contro i furti anche nella vita quotidiana, quando usciamo di casa o ci troviamo in un luogo aperto al pubblico.

Quando si alloggia in ostello devi semplicemente essere consapevole di vivere, seppur per un periodo limitato di tempo, con persone estranee e agire di conseguenza. Se l’intera camera è invece occupata dal proprio gruppo di amici, allora sembrerà quasi di essere in albergo.

Non bisogna demonizzare gli ostelli, anzi, si tratta di un’esperienza unica e forse irripetibile nel corso della vita, all’insegna di condivisione e incontri.