Bruxelles è la capitale del Belgio e in via ufficiosa dell’Europa, dal momento che è sede delle più importanti istituzioni dell’Unione Europea.

Se visitiamo questa città per la prima volta non possiamo evitare alcuni luoghi di interesse turistico. Spoiler: alcuni deluderanno, altri sorprenderanno inaspettatamente. Scopriamo dunque cosa visitare a Bruxelles!

Grand Place (Grote Markt)

Foto di Goi|Pixabay

La Grand Place (in francese) o Grote Markt (in fiammingo) è la principale attrazione della capitale belga, l’immagine che prima di tutte rappresenta la città. La sua bellezza è encomiabile.

Quando si arriva in questo luogo si è letteralmente circondati da edifici che ricordano lo splendore di un tempo, primi fra tutti l’Hôtel de Ville (il municipio) e la Maison du Roi, entrambi in stile gotico fiammeggiante.

Ma a rendere questo posto così particolare sono soprattutto le Case delle Corporazioni che affiancano e circondano la piazza. Ognuna era sede di un ordine professionale; il loro stile inconfondibile è oggi simbolo della città.

Nel mese di agosto quasi l’intera area della Grand Place viene ricoperta di un tappeto di fiori colorati a formare opere d’arte in grande scala. Se questa è una delle attrazioni più ricercate dai turisti, allo stesso tempo bisogna dire che – per evidenti motivi – la piazza centrale è molto caotica in questo periodo dell’anno. Gli spazi vengono sottratti dai fiori e persone da tutto il mondo si accalcano per osservarli e scattare foto.

Manneken Pis

Foto di Trougnouf|WikiCommons

Chi l’ha osservato da vicino conosce la delusione che si prova (a dire il vero anche le foto rendono l’idea). Il Manneken Pis, diventato anch’esso inspiegabilmente simbolo di Bruxelles, è una piccola statua in bronzo di circa 50 centimetri raffigurante un bambino che orina (acqua, perché in realtà è una fontana).

A quanto pare rappresenta lo spirito di indipendenza degli abitanti di Bruxelles ma le sue origini sono incerte. Se andiamo nella capitale belga non possiamo non visitarla (anche perché è a due passi dalla Grand Place) ma… almeno sappiamo in anticipo cosa ci aspetta (inclusa tanta folla e accalcamento).

Per fortunata sarà molto piacevole passeggiare lungo la stradina in cui è situata, colma di negozi turistici ma allo stesso tempo caratteristici: waffle caldi, crêpes, cioccolato, souvenir e altro ancora. Naturalmente troveremo molte persone in spazi ristretti, soprattutto in estate, quindi scegliere il periodo giusto è fondamentale.

La Commissione europea

Foto di Sébastien Bertrand|WikiCommons

Impossibile non andare alla ricerca dell’edificio che ospita la Commissione europea. Per intenderci, è quello che osserviamo continuamente in tv nei telegiornali. Qui è possibile partecipare a tour e visite organizzate al suo interno… ma non aspettatevi molto altro da questa zona della città.

La Commissione è situata in un distretto finanziario o affaristico che dir si voglia, e non ha molto da offrire dal punto di vista turistico. Si tratta di un quartiere molto “freddo” fatto di sedi istituzionali e amministrative; per le sue strade non vedremo altro che persone vestite in tenuta professionale sfrecciare tra un palazzo e l’altro, operai alle prese con la metropolitana e qualche cafè che serve persone prese dal lavoro.

Come per la statuetta del Manneken Pis è una tappa obbligatoria, ma il consiglio è di mantenere basse le aspettative.

Atomium

Foto di AlexSky|Pixabay

L’Atomium è un’attrazione più moderna, realizzata negli anni ’50 in occasione dell’esposizione universale tenutasi a Brussels nel 1958.

Questa costruzione in acciaio rappresenta una molecola che si erge per poco più di 100 metri. Al suo interno vi è un museo ma, ad essere onesti, il vero piacere consiste non tanto nell’osservare l’esposizione quanto nel risalire “atomo per atomo” fino alla vetta dell’enorme molecola, dove si potrà beneficiare di una vista dall’alto di Bruxelles.

Sempre dall’interno dell’Atomium noteremo Mini Europe, una riproduzione in miniatura dell’Europa. A quanto pare non tutti rimangono folgorati da questa attrazione. Diciamo che Mini Europe non rientra tra i luoghi “da visitare assolutamente”.

Palais Royal

Foto di Velvet|WikiCommons

Il Palazzo Reale è uno degli edifici più visitati a Bruxelles e senza dubbio infonde una certa sensazione di regalità, soprattutto grazie al giardino che lo fronteggia.

È la residenza ufficiale del re del Belgio ma – udite udite – in realtà non è qui che abita la famiglia reale. Re e consorte vivono in realtà a Laeken, lo stesso quartiere che ospita l’Atomium a nord-ovest della città.

È sede di uffici amministrativi e ministeri, dunque resta un luogo nevralgico per la vita politica del paese, oltre ad offrire una splendida vista ai turisti che giungono nella capitale.

Old England

Foto di David Spender|Flickr

Old England è un edificio costruito alla fine del 19esimo secolo per ospitare un grande magazzino o, come lo chiameremmo oggi, un centro commerciale.

La sua facciata è realizzata seguendo lo stile Art Nouveau e vale davvero la pena fare un giro da queste parti per godere della vista, scattare qualche foto e visitare il Museo della Musica ospitato proprio all’interno di questo edificio.

Dista meno di un chilometro dalla Grand Place, dunque offre una buona occasione per esplorare la città a piedi. Nella stessa area si trovano il Museo delle Belle Arti e la Place Royal.

Musée Magritte

Foto di Torsade de Pointes|WikiCommons

René Magritte è uno dei più famosi artisti belgi e in quanto tale viene giustamente onorato dalla città. Un intero museo è dedicato al pittore surrealista e si trova proprio nei pressi dell’Old English. Fa parte del complesso del Museo delle Belle Arti pur essendo una struttura a sé.

Ospita tutte le opere dell’artista, molte delle quali sono già impresse nella nostra memoria in quanto diventate pop.

Non è necessario essere amanti della pittura per apprezzare la visita al Museo Magritte: lo spirito surrealista che guida tutte le sue opere catturerà l’attenzione del più disinteressato degli osservatori.

Street art

Foto di Sparrow|WikiCommons

Oggi la street art rappresenta Bruxelles almeno quanto i suoi simboli ufficiali. Una meraviglia continua caratterizzerà le nostre passeggiate: basta spostarsi dalla Grand Place a piedi per iniziare a scoprire i murales strada dopo strada, vicolo dopo vicolo.

Soggetti preferiti dagli artisti del luogo sono indubbiamente i personaggi dei fumetti. Tra le altre cose, infatti, il Belgio è la patria del fumetto.

Le opere d’arte dipinte sugli edifici e nei luoghi più impensabili scandiranno la nostra esplorazione del centro e della periferia, perché Bruxelles non è solo Grand Place e Manneken Pis.

Prenota visite e tour a
Bruxelles su GetYourGuide

Belgio e Lussemburgo
Belgio e Lussemburgo * - Copertina flessibile (384 pages)
Di Smith, Helena (Autore), Symington, Andy (Autore), Wheeler, Donna (Autore)
Prezzo: 16,50 €
Risparmi: 3,53 € (15%) (15 %)
15 Nuovi da 16,50 €0 Usati
(* = link affiliato / fonte immagine: Programma Affiliazione di Amazon)