L’assicurazione telefono è un’alternativa economica alla garanzia estesa

I dispositivi elettronici sono indispensabili nella vita di tutti i giorni ma, in modo particolare, lo sono in viaggio.

Lo smartphone è ormai diventato un appendice del nostro corpo, così come il laptop e la fotocamera. Quando viaggiamo li portiamo con noi, ed è proprio in situazioni simili – più avventurose e movimentate – che si rischia di causare danni.

Oggi sono gli stessi produttori di dispositivi ad offrire una garanzia estesa del prodotto, ad un costo che francamente sembra troppo elevato.


Un’alternativa più economica è fornita dalle polizze telefono, computer e fotocamera offerte da aziende specializzate nel settore assicurativo. Di seguito cerchiamo di capire se e quando vale la pena sottoscrivere una di queste proposte.

Quale protezione è offerta per i dispositivi elettronici?

Le assicurazioni smartphone, fotocamera e computer proteggono i nostri cari (in tutti i sensi) dispositivi elettronici dai rischi quotidiani a cui vengono sottoposti.

Una delle polizze più interessanti, sia dal punto di vista della protezione che da quello economico, è Simplesurance di Allianz. Nella sua offerta include protezione da:

  • Danni al display

  • Danni causati da liquidi

  • Danni procurati da terzi

  • Errori di azionamento

  • Fuoco

  • Furti (opzionale)

Il prezzo della polizza varia a seconda del marchio e modello del device assicurato.

Cosa accade se il dispositivo viene danneggiato? La compagnia assicurativa garantisce una riparazione rapida senza spese aggiuntive. Qualora non fosse possibile, provvede in tempi brevi alla sostituzione o al rimborso.

Oltre ai già menzionati smartphone, fotocamera e computer è possibile proteggere tablet, biciclette e perfino utensili.

Vai su Simpleinsurance

Chi viaggia dovrebbe assicurare il proprio dispositivo?

Le assicurazioni creano sempre conflitti interiori perché, grazie al cielo, nella maggior parte dei casi fila tutto liscio e dunque ci sembra di aver speso inutilmente dei soldi. Non è esiste una risposta univoca a questa domanda: ogni persona deve valutare in basse alle abitudini e perfino al proprio carattere.

Una persona poco attenta, che va spesso incontro ad inconvenienti  (come smarrimenti o cadute del dispositivo), potrebbe aver trovato una soluzione conveniente che gli permette di prolungare la vita dei suoi assistenti elettronici.

Chi invece presta molta attenzione ma possiede un apparecchio di un certo valore, un cosiddetto top di gamma, potrebbe ugualmente prendere in considerazione una polizza che protegge da qualsiasi rischio.

Naturalmente non conviene assicurare telefoni o dispositivi pagati poche centinaia di euro.

Vai su Simpleinsurance